Grazia Varisco
Museo d’arte contemporanea di Lissone

«Oggi si propone una riflessione su esperienze sedimentate e considerate storiche con l’intento di riscoprire ed evidenziare le premesse di sviluppi successivi solo in parte riconoscibili e riconosciute. […] Da quel periodo sono derivate via via quelle che definisco esperienze conseguenti e che in nuove forme hanno riproposto l’attenzione al rapporto Spazio/Tempo, fra programma e caso, al confronto fra opposti […]. Ora come allora provo a catturare, con le mie trappole visive, l’attenzione mia, e del pubblico/autore, in esperienze percettive a sorpresa… così dalle Tavole magneticheSchemi luminosiReticoli frangibiliMercuriali e poi alle ExtrapagineSpazi potenzialiGnomoniSilenziQuadri comunicantiRisonanzeVentilati… rintraccio il filo rosso di un percorso… non ancora stanco»

— Grazia Varisco

Back

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

Share